una villa ricca di storia

Villa Zileri è un complesso storico monumentale situato nelle immediate vicinanze della città di Vicenza, ancora oggi inserito in un vasto parco a sua volta fortunatamente circondato da un’estesa area di campagna. Il salone d’onore dell’edificio padronale è decorato da un ciclo di affreschi realizzato da Giambattista Tiepolo agli inizi del Settecento.


villa zileri

Dalle origini ad oggi

Entrando a villa Zileri si ha la sensazione di iniziare un viaggio ricco di fascino, storia e cultura lungo ben seicento anni. Nel 1436 il conte Antonio Nicolò dei Loschi, una delle più importanti famiglie della nobiltà vicentina, acquisì una tenuta di 800 campi nella campagna di Biron, in posizione strategica alle porte della città. Lo sviluppo e il successo dell’attività economica agraria hanno determinato la crescita del complesso edilizio della villa, riferimento e centro dell’intero territorio circostante.

Dopo essere passato nella seconda metà dell’Ottocento alla famiglia Zileri per via ereditaria, in tempi più recenti il complesso è stato oggetto attenti interventi di restauro e recupero ad un uso contemporaneo abitativo e direzionale, realizzati su iniziativa dell’attuale proprietà, costituendo oggi un particolare esempio di valorizzazione e inserimento nella vita economica e culturale attuale di una villa veneta.


leggi di più
TORNA SU

Il Tiepolo a Villa Zileri

Nel 1729 nella storia della famiglia Loschi avvenne un fatto di eccezionale importanza: la Repubblica di Venezia accolse il casato nel Libro d’oro della propria nobiltà. La dimora di Biron fu oggetto di un intervento di riqualificazione e rinnovamento finalizzato all’autocelebrazione e alla promozione della nuova immagine del casato. Fu merito del conte Nicolò l’aver intuito le eccezionali capacità di un pittore emergente, Giambattista Tiepolo, che stava allora cominciando a dare prova del brillante talentoche lo avrebbe reso l'artista più famoso e ricercato dalle corti di tutta Europa.

A villa Zileri Tiepolo dà prova delle sue eccezionali qualità decorando il nuovo salone nobile con dodici affreschi, tutti realizzati interamente dal maestro senza l’affiancamento della bottegae del figlio Giandomenico, nei quali la raffigurazione allegorica delle virtù della nobile famiglia prende forma nell’eleganza diimponenti figure, nelle sapienti dinamiche compositive e nella vivacità cromatica diun ambiente dominato dalla luce.


leggi di più
TORNA SU
villa zileri
villa zileri

Il Parco storico

Il parco monumentale che circonda la villa, definito a metà Ottocento sulla base di un progetto dell’architetto milanese Balzaretti, rispecchia i canoni del gusto romantico del giardino all’inglese. L’intervento ottocentesco si è spinto oltre le mura della villa andando ad interessare vaste porzioni di campagna con la piantumazione di alberi monumentali, per creare gradevoli coni ottici di visuale e per dare l’idea di una prosecuzione in lontananza del parco sino al fondale dei colli Berici.

Il sistema costituito dal parco e dalla campagna circostante mantenutasi pressoché integra sino ad oggi, presenta condizioni particolarmente favorevoli per il costituirsi di un’oasi di eccezionale ricchezza botanico naturalistica e faunistica, ancora di maggior interesse se consideriamo la vicinanza al centro abitato della città di Vicenza.


leggi di più
TORNA SU

Le meraviglie nascoste di Villa Zileri

La lunga storia della villa e il succedersi di proprietari illuminati hanno nel tempo arricchito il complesso di testimonianze culturali e artistiche di particolare pregio. Il conte Alfonso Loschi, alla metà del Seicento, fece edificare e decorare lo stupefacente ambiente della grotta delle conchiglie, nel quale il desiderio di suscitare la meraviglia dell’ospite si intreccia alla celebrazione della ricchezza della tenuta di Biron.

Nell’Ottocento la contessa Drusilla Loschi fu promotrice del rinnovamento della cappella di San Francesco, ridisegnata negli spazi e nella decorazione dall’architetto Caregaro Negrin. Il conte Alessandro Zileri, grande viaggiatore ed appassionato di botanica, fu particolarmente legato alla dimora di Biron, da lui ricevuta in eredità alla fine dello stesso secolo. Probabilmente furono lui e la moglie Bianca Carrega ad acquisire il raro esemplare di fortepiano, realizzato a Vienna dalla ditta Tomaschek, restaurato di recente e oggi perfettamente funzionante.


leggi di più
TORNA SU
villa zileri

vivere la villa

Abitare gli spazi della villa è possibile come azienda o come privati, sono infatti disponibili uffici ed appartamenti.


Appartamenti

Il complesso di Villa Zileri Home, situato all’interno del storico contesto di Villa Zileri è adiacente alle ex scuderie, immerso nel verde del parco della villa e include 20 appartamenti dotati delle più moderne tecnologie, progettati e costruiti con approcci rivolti al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.

scopri

villa zileri

villa zileri

Uffici

Gli spazi di Villa Zileri Office sono situati all’interno dello storico complesso della Villa Zileri Motterle.
Gli ampi ed eleganti uffici sono ideali per lavorare in ambienti moderni e tecnologici, perfetti per ricevere Clienti in un contesto unico, immerso nella natura di un luogo ricco di fascino e cultura.

scopri

Info Visite e Contatti

È possibile visitare Villa Zileri Motterle nelle seguenti modalità:
Da lunedì a giovedì 08:30-12:30/14:30-18:30
Venerdì 08:30/12:30
Ingresso € 5
Gruppi (minimo 10 persone previo appuntamento) € 4
Ridotto € 3
Accessibilità e servizi disabili: parziale
Disponibilità di Parcheggio bus e auto
Per maggiori informazioni si prega di scrivere a: direzione@villazileri.com

Orari di ufficio: dal lunedì al giovedì 8.30/12.30 - 14.30/18.30 Il venerdì solo mattina.